Seminario Internazionale SISS-SISM sul tema dello sport al Sud nel periodo della Grande Guerra

By | 19/10/2017

Si è appena concluso a Caserta (5-6 ottobre, presso il liceo Manzoni) il Seminario Internazionale SISS-SISM sul tema dello sport al Sud nel periodo della Grande Guerra. Sia Francesco Muollo che Debora Guazzoni, entrambi della Società Italiana di Storia dello sport, hanno portato un lavoro sulla donna sportiva ai primi del ‘900, notoriamente di svolta per la storia delle donne, in particolare di quelle che hanno frequentato lo sport, ambiente di emancipazione per eccellenza. Mentre per il resoconto conclusivo del Seminario rimandiamo al sito della SISS, riportiamo un cenno biografico di Franca Florio che ci manda Debora Guazzoni che ha trattato la famosa Targa Florio, antesignana dello sviluppo tecnologico ma anche politico sociale del Sud.

 

Scrive Debora, che ringraziamo per il suo contributo a Olimpia: “Donna intelligente e raffinata, Franca Jacona della Motta dei baroni di San Giuliano (1873-1950), nota ai più come Franca Florio, fu moglie di Ignazio Florio, erede dell’impero economico siciliano dei Florio. Con le sue doti di catalizzatrice di consensi pubblici e mediante i suoi contatti internazionali, con cui aveva già sostenuto le aziende di famiglia, Franca promosse l’impresa del cognato Vincenzo, ideatore della famosa Targa Florio, a cui già nel corso della prima edizione del 1906 aveva partecipato una francese, M.me Le Blon, che correva a fianco del marito. Sebbene il percorso di appropriazione femminile dell’automobilismo sia stato più lento nel Sud d’Italia rispetto al pionierismo femminile settentrionale, il cambiamento del ruolo femminile maturato nel corso della Grande Guerra fu all’origine della prima partecipazione di una donna italiana alla competizione: Maria Antonietta Avanzo (1889-1977), antesignana dell’automobilismo femminile italiano”.

 

Foto: Franca Florio e M.me Darbel in una foto del 1922. Archivio privato, per gentile concessione di Debora Guazzoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *