Ponzano, presentata “Olimpia” con grandi campionesse

By | 09/10/2017

Grande successo sabato a Ponzano per la presentazione in anteprima nazionale della rivista “Olimpia”, nuovo periodico interdisciplinare di studi su Donna e Sport.

Calorosa l’accoglienza del sindaco Monia Bianchin, che in anteprima aveva già sbirciato i contenuti della rivista e che si è detta particolarmente orgogliosa di tenere a battesimo nel suo Comune un’iniziativa che ha la direzione scientifica a Roma, all’Università del Foro Italico, unico ateneo italiano, e uno dei tre in Europa, vocato esclusivamente agli studi sportivi.

Ai relatori Angela Magnanini (Università di Roma Foro Italico), Eleonora Belloni (Università di Siena) e Antonella Stelitano (Comitato Italiano Fair Play) sono seguiti gli interventi delle moltissime campionesse presenti.

Deborah Compagnoni ha ricordato per prima le disparità di premi e trattamenti tra atleti donne e uomini della valanga azzurra. Silvia Marangoni ha raccontato la sua esperienza di atleta mentre si accinge ad assumere la direzione tecnica della federazione pattinaggio. Appassionato l’intervento di Bianca Rossi ex azzurra entrata nella Hall of fame del basket che, oltre ad affrontare la disapprovazione della famiglia per praticare uno sport allora considerato “da maschi” ha vissuto in prima persona le disparità di trattamento economico e non solo tra atleti: “Premi dimezzati, diarie dimezzate e tute riciclate dai maschi” ha ricordato.

Interessante anche la testimonianza della maestra di scherma Francesca Dalessandri reduce da un’esperienza da allenatrice in Bahrein, come pure quella di Dominga Lot una delle uniche tre donne arbitro internazionali di volley italiane che in Bahrein si è vista negare da una squadra la stretta di mano a fine gara proprio perché donna. Bella testimonianza anche di Silvia Biasi, nazionale di sitting volley che gioca con una protesi al braccio e ha sottolineato come il culto del corpo penalizzi ancora di più le atlete con disabilità che vengono considerate spesso “brutte” perché non perfette. Graditi anche gli interventi della rappresentanza maschile Igor Cassina e Bernardo Bernardini.

Un bel dibattito, a fine presentazione, che ha sottolineato come i temi che saranno affrontati nella nuova rivista (scaricabile gratuitamente dal sito www.rivistaolimpia.it) hanno suscitato da subito grande interesse.

L’evento era patrocinato dal CONI Veneto rappresentato da Giovanni Ottoni, presente insieme a molti dirigenti sportivi provinciali e regionali, dal Comitato Italiano Fair Play e dal Comune di Ponzano Veneto che ha curato in ogni dettaglio l’organizzazione dell’evento testimoniando in prima persona che lo sport è, prima di tutto, un fatto di cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *